Tutto Il Meglio Della Sistemistica Per Vincere al Gioco Del Lotto

La resa matematica dei sistemi è data dal rapporto tra premio vinto espresso in volte la posta e quantità di giocate. Può assumere un valore maggiore di 1 quando la vincita è superiore alla spesa oppure un valore uguale a 1 quando la vincita è la stessa della spesa oppure minore di 1 quando la vincita è inferiore alla spesa. Nei sistemi ortogonali, a parità di massa numerica e di categoria di vincita, la resa rimane sempre la stessa indipendentemente sia dalla quantità di vincite garantite sia dalla tipologia di sviluppo.

Per spiegare meglio questo concetto che tanti giocatori si ostinano a non accettare, confrontiamo tre sistemi ortogonali formati sempre da 21 numeri ma con garanzia di vincita e tipologia di sviluppo diversi:

21 numeri 70 terzine a garanzia di 1 ambo con due numeri esatti
21 numeri 21 cinquine a garanzia di 1 ambo con due numeri esatti
21 numeri 56 sestine a garanzia di 4 ambi con due numeri esatti

Il primo sistema garantisce la vincita di 83,33 volte la posta (250 premio lordo dell'ambo secco diviso per i 3 ambi contenuti in una terzina) con una resa di 1,19 ottenuta facendo il rapporto tra unità vinte (83,33) e unità giocate (70).

Il secondo sistema garantisce la vincita di 25 volte la posta (250 premio lordo dell'ambo secco diviso per i 10 ambi contenuti in una cinquina) con una resa di 1,19 ottenuta facendo il rapporto tra unità vinte (25) e unità giocate (21).

Il terzo sistema garantisce la vincita di 66,67 volte la posta (250 premio lordo dell'ambo secco moltiplicato per i 4 ambi garantiti e diviso per i 15 ambi contenuti in una sestina) con una resa di 1,19 ottenuta facendo il rapporto tra unità vinte (66,67) e unità giocate (56).

Appare evidente che il valore della resa, qui riferita all'ipotesi di sortita di due numeri esatti, non varia perchè essa dipende esclusivamente dalla massa numerica in misura inversamente proporzionale e può arrivare, in certi casi, ad un valore inferiore a 1 anche indovinando tutti i cinque estratti (remissione totale).

Vediamo altri esempi che sicuramente permettono di comprendere ancora meglio l'argomento trattato:

16 numeri 20 quartine a garanzia di 1 ambo con due numeri esatti
16 numeri 40 quartine a garanzia di 2 ambi con due numeri esatti
16 numeri 60 quartine a garanzia di 3 ambi con due numeri esatti
16 numeri 80 quartine a garanzia di 4 ambi con due numeri esatti

Per tutti i sistemi la resa è del 2,08 indovinando la sortita di due estratti. Essa è data rispettivamente dai seguenti rapporti: ((250/6)*1)/20 nel primo caso, ((250/6)*2)/40 nel secondo caso, ((250/6)*3)/60 nel terzo caso, ((250/6)*4)/80 nel quarto caso. Lascio al lettore il compito di verificare effettuando i rispettivi calcoli.

25 numeri 100 terzine a garanzia di 1 ambo con due numeri esatti
25 numeri 50 quartine a garanzia di 1 ambo con due numeri esatti
25 numeri 30 cinquine a garanzia di 1 ambo con due numeri esatti

Per tutti i sistemi la resa è del 0,83 indovinando la sortita di due estratti. Essa è data rispettivamente dai seguenti rapporti: ((250/3)*1)/100 nel primo caso, ((250/6)*1)/50 nel secondo caso, ((250/10)*1)/30 nel terzo caso. Lascio al lettore il compito di verificare effettuando i rispettivi calcoli.

Di esempi se ne potrebbero fare molti altri ma ritengo che il concetto sia sufficientemente chiaro e utile ai fini di una impostazione di gioco razionale e ottimizzata. La matematica non concede sconti a nessuno.

È importante precisare che nei sistemi non ortogonali cioè in questi sistemi dove si rende necessaria la ripetizione di alcune combinazioni (al fine di garantire la vincita al 100%) la resa può variare a seconda della tipologia di sviluppo anche in presenza di uguale massa numerica. Ciò è dovuto allo scostamento del valore reale di riduzione rispetto al valore teorico di riduzione determinando una variabilità anche della resa.

Ad esempio, confrontando alcuni sistemi di 17 numeri formati da tre diverse tipologie di sviluppo ovvero da 46 terzine, da 26 quartine e da 16 cinquine, tutti a garanzia non ortogonale di 1 ambo indovinando due estratti, abbiamo una resa di 1,81 nel primo caso, di 1,60 nel secondo caso e di 1,56 nel terzo caso. Si tenga presente che la differenza della resa per i sistemi non ortogonali (a parità di massa numerica) è normalmente contenuta proprio perchè le soluzioni attuali sono vicine al loro valore teorico di riduzione.

In definitiva, quindi, la resa di un qualsiasi sistema diminuisce con l'aumentare della massa numerica e aumenta con il diminuire della massa numerica. Per i sistemi ortogonali aventi la stessa massa numerica la resa non varia mai indipendemente dalla loro tipologia di sviluppo e dalla loro garanzia di vincita singola oppure multipla. Per i sistemi non ortogonali aventi la stessa massa numerica, invece, vi potrebbe essere una leggera variazione della resa dovuta unicamente al fattore di riduzione e non alla tipologia di sviluppo.